Master o Handler?

Entrambi in italiano li possiamo tradurre con “padrone” ma nel contesto fetish legato al puppy play hanno due connotazioni molto diverse fra di loro. Possiamo dire che così come il puppy e il dogslave, l’handler e il Padrone fanno parte dello stesso dualismo.

Penso sia importante quindi cercare di fare un po’ di chiarezza sulle due figure.
Premetto che i miei post sono considerazioni personali con il fine magari di instaurare e stimolare un dibattito costruttivo. Non c’è giudizio né discriminazione.

Tornando a noi.

Partiamo dal Master, figura sicuramente più “classificabile” e definibile.
Intanto è importante dire che la figura del Master ha collocazione all’interno del BDSM (Bondage, Dominazione, Sadomaso e Masochismo) realtà che quindi definisce un contesto di sottomissione e dominazione dove lo slave (o sub) riveste un ruolo d’inferiorità nei confronti del Master (Dom). Il Master quindi può decidere di considerare il sottomesso come “oggetto” di sua proprietà o comunque come un soggetto posto in condizione di inferiorità sia psicologica che fisica sottoposto alle sue volontà (ovviamente entro certi limiti stabiliti all’inizio del rapporto).Importante infatti deve essere la regola del Sano, Sicuro e Consensuale tra le due parti. Il rapporto tra Master e slave può includere come escludere totalmente l’aspetto sessuale. Il Master può esercitare una dominazione psicologica di umiliazione costringendo il sottomesso a determinati abbigliamenti, la rasatura dei genitali, l’adorazione dei piedi e la negazione dell’orgasmo. In altro modo può esercitare una dominazione di tipo sadomasochistico infliggendo dolore fisico tramite pratiche quali spanking, pinze e elettricità. All’interno di questa realtà trova posto quindi il Dogslave, ossia un soggetto posto a livello di cane come umiliazione.

Parliamo dell’Handler.
Sicuramente una figura ancora “nuova” che sta prendendo forma all’interno del Puppy Play. Seppur l’Handler viene visto e considerato dal Puppy in una posizione “superiore” rispetto a lui, il rapporto tra i due soggetti è diverso. Non vi è alcun tipo di umiliazione (né fisica né psicologica) e il rapporto che si crea è più di tipo affettuoso e di gioco. Un Handler si prende cura del proprio Puppy così come farebbe con un vero cucciolo. Non necessariamente Handler e Puppy sono “legati” o interessati alla realtà BDSM. Quindi pratiche forti non sono necessarie per intraprendere questo percorso. Anche qui il sesso non è un requisito fondamentale. Può esserci come può essere totalmente escluso. Un Handler può dare ordini ma sa ricompensare il suo Puppy con una carezza o dei grattini sulla pancia ❤️

Sono quindi due identità ben distinte. Sia come modalità che come visione del rapporto.

Di certo ogni pratica può avere mille sfumature all’interno di un rapporto. Tutte queste figure possono fondersi insieme (Master/Handler o Dogslave/Puppy) ma queste dinamiche si “definiscono” all’interno di un rapporto a due.

Insomma… non pensar di dare una sberla sul culo ad un Puppy solo perché sta a quattro zampe… i tuoi polpacci potrebbero risentirne ahahahaha
Ma non escludere che decida di disobbedirti per ricevere “attenzioni”.

E voi cosa ne pensate?
Come vivete il vostro essere Master o Handler, o Dogslave e Puppy?

A.

Author: Aaron